Titoli di Coda

Bello, bellissimo film.

E’ apparsa la scritta FINE e tu ti sei asciugato gli occhi, di nascosto, che nessuno si accorga, prima che si accendano le luci, che ti sei commosso, che sei stato toccato, che sei allegro, o triste, o arrabbiato. Ti sforzi di mettere quella maschera di insensibilità, di freddezza, di lucidita’, adatta a uno come te, uno navigato, esperto. Nella tua mente pensi all’ultima scena, e poi a quell’altra, e quell’altra, mentre scorrono i titoli di coda e tu non li leggi, troppo preso tra la parte del duro e il ricordare, rabbrividire, ridere, cantare dentro di te…. I titoli di coda non li leggi. Pensi che servano solo a far passare il “brano dei titoli di coda” senno’ come si fa?

Eppure, in un lampo di coscienza, capisci che in quei titoli di coda ci sono gli artefici delle emozioni che ti hanno attraversato la mente, il cuore e l’anima.

Senza i titoli di coda il film non ci sarebbe.

La vita e’ uguale, pensiamo di essere il “Gion Vaine” della situazione e che tutto provenga da noi, noi siamo centro e periferia, campagna e citta’ di ogni pensiero, di ogni azione. Pensiamo davvero che …

la nostra vita siamo noi“…. ma non e’ affatto così. La nostra vita e’ fatta di persone che ci salutano, che ci vendono merce, che ci domandano notizie, che si interessano di noi (ma che, non trovano abbastanza interessante la propria vita e si devono interessare alla nostra?), che ci fanno pensare, sorridere, che non ci fanno sentire soli, che ci fanno sentire utili… persone che a volte cantano per noi, altre volte ci lasciano cantare, facendoci pensare che anche noi, in fondo, non siamo da buttare.

In effetti “fuori da noi” c’e’ tutto un mondo, e non siamo mai soli. Come al cinema, mentre stiamo uscendo dalla sala, chiusi in noi stessi, qualcuno canta l’ultima canzone, e scorrono i titoli di coda…. Ci accompagnano fino a fuori, nella nebbia che ci avvolgera’, nel cappuccino e nel barista che ce lo preparera’, nel calore che sentiremo, nel saluto e nel sorriso, nelle persone che sulla porta ci lasciano passare, in chi ci ha aspettato, e intanto che dovevamo ancora arrivare non erano meno vivi di noi.

I titoli di coda, questo e’ il film.

Questo per dire il mio grazie a tutti. alle persone, ai colori, ai sapori, al vento e al sole, alla nebbia alla pioggia e al sereno. Alle stelle e alla luna, e a quanto c’e’ di bello. Alle persone che non hanno paura di farci sapere che ci vogliono bene.

1 thought on “Titoli di Coda”

  1. Guardo il mare dal terrazzo di Castel S. Elmo a Napoli. E’ tanto vero l’incontro del mare col Cielo! E ci dà tanto! Grazie!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...