With all my Heart

Sono giorni, ormai, che percorro i post più o meno recenti di questo blog, li rileggo e lascio riaffiorare le emozioni che li hanno originati, gli eventi, le persone,e qualche video dei nostri concerti…. Certamente…adesso la testa è davvero piena di mille cose. Oggi in una breve chiacchierata col Coach (che è sempre Leandro) gli  ho detto che avevo trovato la strada, gli occhiali giusti per leggere questo periodo, questo tempo passato, così pieno, così ricco, così faticoso, anche, e difficile, ma pieno di gioia….

Le nostre lezioni, come gradini di una lunga scala davanti a noi, e a volte come sembrano ripidi (no, non è che sembrano, lo sono davvero), le canzoni che impariamo, che almeno per me è come accostarmi ogni volta ad un mondo diverso, e sempre lasciarsi penetrare, lasciare che musica e parole si fondano, e si lascino comprendere, e alla fine si lascino anche cantare e trasmettere a chi ci ascolta.

I nostri concerti, e ogni volta paure nuove e gioie nuove, e poter guardare in faccia le persone che vengono a sentirci e sentire dentro il desiderio di poter donare loro tutto cio’ che abbiamo dentro…

… i nostri amici, quelli che cantano con noi – che buffo, siamo sempre noi – e come pare, a volte, che tutti insieme spingiamo questa cosa che è la Prato Gospel School su per una salita immensa, infinita…. Forse è così, chissà, forse è davvero la nostra strada….

stamattina il caso (come diciamo noi della Contea)ha voluto che riascoltassi una lezione del luglio scorso… l’ultima lezione, per l’esattezza e, accidenti alla mia testa, mi ero dimenticato cosa c’era dentro….

…I saluti del Coach (che è sempre Leandro) e il regalo per noi della sua canzone che non ha mai voluto fare con noi…

Un disgraziato accidente mi ha fatto perdere il testo della canzone, e mi devo affidare solo ai commenti di Leandro (che è sempre il nostro Coach) in quell’ultima lezione…

“cosa metto nelle tue mani? la lode, le paure, la felicità, la fede (nota, il Coach – che è sempre Leandro- dice che al tempo in cui ha scritto questa canzone non aveva fede di nessun tipo… mi sa che aveva scelto le mani giuste, allora) .. te, che mi tocchi così profondamente che nemmeno il dolore arriva a tanto…. (sempre ripetendo “con tutto il mio cuore, con tutto il mio cuore”) … il tuo amore è la mia casa….

—–

Si, penso che il tema di questo tempo sia stato “con tutto il mio cuore”, che non vuol dire non sbagliare mai, essere sempre felici, avere sempre tutto pronto ridere sempre e piangere mai… vuol dire che in ogni momento sono stato presente con tutto il mio essere, nel bene e nel male. Del male devo chiedere perdono a tutti, certamente, e per quanto bene ci sia stato nella mia vita, un grande grazie a tutti coloro che lo hanno lasciato crescere, lo hanno incoraggiato, lo hanno permesso.

E ancora, un grande grazie, ancora più grande, a coloro che si lasciano voler bene. Perché non è la cosa più semplice del mondo.

Con tutto il mio cuore.

2 thoughts on “With all my Heart”

  1. Io mi lascio voler bene…🙂

    Scherzi a parte, bellissimo post, ma un particolare mi sfugge: chi è il vostro Coach? Forse Sempre Leandro?

    E chi è Leandro? Forse sempre il vostro Coach? 😛

    Un abbraccio a tutto il coro, e uno specile extra a te e all’altra sorellina.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...